lavoratori interinali

OBBLIGO DI COMUNICAZIONE DI LAVORATORI INTERINALI

L’articolo di Studio Campagnoli discute l’obbligo per i datori di lavoro di comunicare, entro il 31 gennaio di ogni anno, il numero dei contratti di somministrazione stipulati nell’anno precedente. La comunicazione deve essere indirizzata alle rappresentanze sindacali o alle associazioni sindacali territoriali. La mancata comunicazione può comportare sanzioni da 250 a 1.250 euro. L’articolo sottolinea l’importanza del lavoro interinale come forma di impiego flessibile e regolamentato, evidenziando il ruolo delle agenzie interinali nel reclutamento e nella gestione contrattuale dei lavoratori.

Festività ordinarie e festività soppresse

FESTIVITÀ ORDINARIE E FESTIVITÀ SOPPRESSE

Il testo descrive le festività italiane, distinguendo tra festività nazionali (come il 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno) e festività infrasettimanali (come il 1 gennaio, 6 gennaio, 25 e 26 dicembre). Dal 1977, alcune festività come il 2 giugno e il 4 novembre hanno subito modifiche nella loro celebrazione. Il testo spiega anche la gestione delle festività soppresse (come il 19 marzo, Ascensione, Corpus Domini) e la loro influenza sui permessi retribuiti, oltre a dettagliare la gestione del lavoro festivo e le modalità di retribuzione delle festività per i dipendenti.